Recordati si rafforza nelle malattie rare acquisendo la britannica Eusa Pharma

Recordati ha annunciato nei giorni scorsi di aver firmato un accordo, per l’ammontare di 750 milioni di Euro, finalizzato all’acquisizione di Eusa Pharma, società farmaceutica con sede nel Regno Unito, focalizzata su malattie rare e oncologia di nicchia e controllata da fondi gestiti da Ew healthcare partners.

Eusa pharma è stata fondata nel 2015 ed ha un portafoglio composto da quattro prodotti nel segmento delle malattie oncologiche rare e di nicchia, con circa 130 milioni di ricavi netti nei 12 mesi precedenti il 30 giugno 2021 e indebitamente netto, alla stessa data, pari a circa 26 milioni. L’azienda impiega oltre 200 persone e ha sviluppato competenze approfondite nelle proprie aree terapeutiche.

Attraverso questa operazione, Recordati otterrà un portafoglio di prodotti farmaceutici per le malattie rare che si prevede contribuirà nel 2023 con ricavi pari ad oltre 150 milioni di euro e un Ebitda pari a circa 50 milioni di euro. Si prevede che il portafoglio prodotti di Eusa raggiunga un picco di vendite totali annue di circa 250 milioni di euro, con margine Ebitda  in linea con l’attuale redditività media del segmento delle malattie rare. 

Le tempistiche per la conclusione dell’operazione sono subordinate alle autorizzazioni degli enti regolatori e si prevede che la chiusura avvenga nella prima metà del 2022.

 

Dino Biselli

Source: Aboutpharma