Nuova formula per Roche HeatlhBuilders post Covid-19

Attraverso un evento in live streaming Roche Italia ha lanciato la terza edizione di HeatlhBuilders, il programma di open innovation della multinazionale biofarmaceutica svizzera che quest’anno, a seguito della pandemia di Covid-19, riparte con un programma totalmente rinnovato che vedrà call to action continuative a carattere internazionale.

Tramite questo suo programma, Roche Italia ha potuto selezionare, tra oltre 200 startup, le idee e i servizi più innovativi per migliorare il percorso di cure dei propri pazienti puntando alla sostenibilità del Sistema Salute. Per l’implementazione dell programma, l’azienda ha presentato healthbuilders.roche.it, la piattaforma interamente dedicata all’open innovation che punta a diventare il punto di riferimento e d’incontro di tutte le startup innovative nazionali e internazionali del settore.

Il nuovo programma prevede l’attivazione continua di challenge, volte a rispondere ai bisogni nati dal dialogo con gli stakeholder: la prima, promossa da Roche Pharma, ricerca soluzioni e servizi digitali “Oltre la cura”, (tesi a promuovere una corretta alimentazione e il mantenimento di un corretto stile di vita, la riabilitazione motoria e cognitiva da remoto in oncologia, neuroscienze e malattie rare), mentre la seconda, avviata da Roche Diagnostics, mira a ricercare soluzioni per l’integrazione dei processi di tracciabilità dei campioni nel flusso diagnostico, dal prelievo alla presa in carico del campione da parte del laboratorio.

Il progetto premiato è ufirst, una piattaforma digitale che aiuta strutture pubbliche e private a digitalizzare l’esperienza di pazienti e clienti all’interno del punto fisico, permettendo alle persone di prenotare il proprio turno o appuntamento da remoto tramite app. La piattaforma ha superato i 2 milioni di utenti in più di 150 città di 3 diversi Paesi e ha coinvolto oltre 1500 punti fisici di svariati settori di mercato.

 

Dino Biselli

Source: Daily Health Industry