Indagine Ipsos: i cittadini hanno fiducia nell'industria farmaceutica innovatrice

Nei giorni scorsi è stato presentato il report annuale realizzato da Ipsos per la International Federation of Pharmaceutical Manufacturers and Associations (IFPMA), ricerca che ha evidenziato che  dell’industria farmaceutica ad alto tasso di ricerca, sulla spinta delle innovazioni messe in campo per contrastare la pandemia, sia percepita positivamente presso il grande pubblico. L’indagine, condotta tra settembre e ottobre 2022, ha coinvolto un campione di 11 mila persone abitanti di Stati Uniti, Regno Unito, India, Brasile, Svizzera, Francia, Sud Africa, Giappone, Belgio, Germania e Italia. 

In particolare, il 68% del campione ritiene che l’industria farmaceutica ad alto tasso di ricerca nell’avanzamento delle nuove tecnologie abbia un ruolo guida nella ricerca e realizzazione di prodotti innovativi contro il Covid. 

Inoltre, il 62% del campione ritiene che le aziende farmaceutiche research-based abbiano fatto il possibile per sviluppare nuove soluzioni per il Covid, e il 67% che le aziende abbiano un ruolo chiave anche rispetto allo sviluppo di nuove tecnologie potenzialmente utili in caso di future crisi sanitarie.

Infine, per il 60% del campione il contributo alla società delle aziende biofarmaceutiche ad alto tasso di ricerca è benefico e per il 63% contribuisce a migliorare la salute globale. In aggiunta, il 55% degli intervistati ritiene anche che queste aziende contribuiscano in modo positivo all’economia.

Per leggere l'articolo originale pubblicato su Notiziariio Chimico Farmaceutico, clicca su questo link: La percezione dell’industria farmaceutica innovator tra i consumatori

 

 

Dino Biselli

Source: Notiziario Chimico Farmaceutico