L’occupazione nel pharma nel prossimo futuro: analisi di ManpowerGroup

ManpowerGroup insieme a E&Y e Pearson ha condotto una ricerca sui trend occupazionali nel settore farmaceutico, resa possibile attraverso l’impiego di tecniche di intelligenza artificiale e finalizzata a sviluppare un modello predittivo della domanda di profili professionali e competenze in Italia nei prossimi 10 anni.

I risultati della ricerca hanno messo in luce che le figure professionali che si prevede essere le più ricerca nei prossimi 10 anni saranno quelle di: Direttori e Dirigenti Dipartimento R&D, con una crescita del +8,1%, Ingegneri biomedici e bioingegneri con un +4,3%, Farmacologi con un +4,1% e Tecnici del controllo di impianti farmaceutici con un 2,9%.

I direttori e dirigenti del dipartimento ricerca e sviluppo si occupano della pianificazione delle attività di ricerca finalizzate a migliorare e sviluppare i processi tecnici di produzione, i beni o i servizi prodotti, i materiali necessari a produrli e il loro uso, i modi e le tecnologie di distribuzione, sovrintendendo al deposito dei brevetti.

Gli ingegneri biomedici e bioingegneri conducono ricerche e studi ovvero applicano le conoscenze esistenti in materia di sviluppo, progettazione e realizzazione di organi artificiali, protesi, strumentazioni per la diagnostica e la cura medica, sistemi informativi e sistemi per la gestione e la cura della salute umana.

I farmacologi conducono ricerche su concetti e teorie fondamentali nel campo della farmacologia e degli effetti dei farmaci sugli organismi viventi.

Infine, i tecnici della conduzione e del controllo di impianti farmaceutici applicano procedure, regolamenti e tecnologie proprie per controllare, attraverso sistemi automatizzati, e gestire il funzionamento e la sicurezza dei processi di lavorazione e dell'impiantistica.

 

Dino Biselli

Source: Pharmastar